La difficoltà principale che si incontra nel presentare un prodotto che non ha eguali sta proprio nel cercare di farne capire il livello di innovazione. Ed è la situazione che abbiamo dovuto affrontare in Esse-ti con  Helpy Oops, un telesoccorso che è molto più di un dispositivo salvavita, molto più di uno smartphone ed è decisamente migliore rispetto a un localizzatore satellitare.

Helpy Oops è pensato per la protezione delle persone a 360°.

Adatto a tutta la famiglia, il telesoccorso Helpy Oops integra in sé alcune funzionalità pensate per far giocare e divertire i bambini in completa sicurezza, anche lontani da casa. Allo stesso tempo può dare tranquillità alla mamma che resta sola in casa, al nonno che va a comprare il giornale o alla ragazza che esce a fare jogging.

Perfetto per gli anziani, che mantengono la propria indipendenza e autonomia con il diritto di vivere le proprie giornate in totale sicurezza, così come per le persone disabili. Helpy Oops, con le sue funzioni, è il dispositivo di telesoccorso pensato per la loro tranquillità e per quella dei loro cari.

Helpy oops è anche un alleato sicuro sul posto di lavoro, andando incontro alle prescrizione di legge previste dal D.Lgs. n. 81 del 9 aprile 2008 – Testo Unico sulla sicurezza, che prevede l’obbligo per i datori di lavoro di adottare le misure adeguate per tutelare la salute e la sicurezza dei propri lavoratori.

Perchè è meglio di uno smartphone? In una situazione di pericolo o di impossibilità nel comporre o cercare un numero, con Helpy Oops è più facile: premendo un solo pulsante permette di parlare e ascoltare in vivavoce come si potrebbe fare con un qualsiasi cellulare, ma in maniera molto più tempestiva. Può inviare, inoltre, una richiesta di soccorso fino a 12 numeri preregistrati e, insieme alla chiamata, invia un SMS contenente le coordinate geografiche.

Perchè è meglio di un dispositivo salvavita? Molti classici dispositivi salvavita hanno la possibilità di richiesta di soccorso automatica…ma quanti possiedono, contemporaneamente, la funzione di allarme in caso di caduta, la localizzazione GPS e la possibilità di parlare in vivavoce premendo un pulsante? Helpy Oops ce l’ha: può chiamare ed essere chiamato.

Perchè è meglio di un localizzatore GPS? Helpy Oops ha un GPS integrato, come tanti, ma grazie alla sua App permette di rilevare la posizione esatta del dispositivo, ricevere una notifica se chi lo indossa entra o esce dai confini di un’area predefinita,  comunicare in vivavoce con la persona che lo indossa e collegarsi da remoto dal proprio cellulare per ascoltare senza essere ascoltati.

Il telesoccorso GSM, GPRS e GPS, compatto e veramente semplice da usare include una moltitudine di funzioni che vanno dalla basilare richiesta di soccorso con contestuale invio di un SMS contenente le coordinate con la posizione del dispositivo, al rilevamento di caduta accidentale, alla geolocalizzazione fino alla gestione di aree di sicurezza per monitorare i movimenti nei confini impostati.

Tra le possibilità offerte dal dispositivo, la funzione antirapina riveste un ruolo di particolare interesse: è infatti possibile posizionare Helpy Oops all’interno dell’auto nuova o nascosto insieme ad  oggetti di valore e,  in caso di furto, grazie al GPS, sarà possibile  geolocalizzare gli oggetti rubati o attivare un  allarme silenzioso premendo il tasto di emergenza.

Il dispositivo può essere gestito tramite call center o centrali operative di vigilanza ed è monitorabile tramite APP e da PC.

L’ultima novità in casa Helpy Oops è proprio la creazione di una App per la gestione del dispositivo alla portata di tutti: disponibile per Android, iOS e Windows Phone, è completamente gratuita e utilizzabile sia dal cellulare che dal PC e permette di programmare e personalizzare il proprio Helpy Oops in base alle proprie esigenze.

Progettato e realizzato per essere dalla parte dell’utente finale, il prodotto si presenta pronto all’uso, facile da chiamare e facile da programmare (tramite PC, via SMS o grazie all’App).

La tecnologia e l’innovazione sono al servizio dell’uomo nella filosofia della Esse-ti. Proprio per questo l’attenzione alla salute dell’utilizzatore dei nostri dispositivi è al primo posto. E per un dispositivo così personale come l’Helpy Oops non potevamo che garantire i massimi livelli di sicurezza, certificati dall’importante test SAR (Specific Absorption Rate) superato a pieni voti. In tutte le misurazioni su Helpy Oops, infatti, il valore di assorbimento ed emissione dei campi a radio-frequenza tra 30 MHz e 6 GHz è ben al di sotto dei limiti consentiti e consigliati dagli standard europei e internazionali.

Inoltre il dispositivo rientra nella gamma di apparecchiature che usufruiscono di agevolazioni  fiscali per le persone con disabilità, nello specifico l’aliquota Iva agevolata del 4% per l’acquisto di ausili tecnici basati su tecnologie meccaniche, elettroniche o informatiche sia di comune reperibilità che appositamente fabbricati.

La nuova edizione del “Nomenclatore tariffario” pubblicato nella “Gazzetta Ufficiale” ed in dotazione ad ASL, Farmacie, Ortopedie e strutture sanitarie in genere, contiene codici di rimborso ticket per prodotti  riconducibili al dispositivo Esse-ti Helpy Oops -nello specifico per prodotti inseriti nella categoria commerciale dei sistemi di  allarme e controllo con funzione specifica di “Telecontrollo” e di “Sicurezza Passiva”-.

E’ possibile conoscere nel dettaglio tutte le funzioni  e le caratteristiche tecniche del telesoccorso visitando il sito www.helpyoops.it

 

ESSE-TI DAL 1983

L’idea, il forte impulso all’innovazione: la premessa per grandi progetti

“Per la Esse-ti ogni progetto nasce per soddisfare le esigenze dell’uomo,  motore e centro della comunicazione.”

UN’ECCELLENZA DEL “MADE IN ITALY” AL SERVIZIO DELLA COMUNICAZIONE

Nata nel 1983, la Esse-ti ha una storia trentennale  radicata nel polo marchigiano dell’elettronica e un Centro Ricerche all’avanguardia nell’implementazione delle tecnologie più  innovative. L’azienda è da sempre partner preferenziale per i principali operatori del settore telecomunicazioni.

Oggi la Esse-ti è composta da 3 branche principali:

  • M2M division: soluzioni software di telecontrollo, telesoccorso e geolocalizzazione
  • LIFTCOM division: tecnologie di comunicazione per l’industria ascensoristica
  • TLC division: punto di riferimento in Italia per la telefonia HOME-OFFICE-HOTEL.
Download PDF
Condividi sui Social Network:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SAFETY & SECURITY MAGAZINE

Una volta al mese riceverai gratuitamente la rassegna dei migliori articoli di Safety & Security Magazine

Rispettiamo totalmente la tua privacy, non cederemo i tuoi dati a nessuno e, soprattutto, non ti invieremo spam o continue offerte, ma solo email di aggiornamento.